A TALK WITH KARLA OTTO

Fotografia di Ben McMahon

 

Abbiamo fatto qualche domanda a Karla Otto, celebre fondatrice dell’omonimo marchio di PR e comunicazione, una donna che ha avuto un ruolo chiave all’interno del gioco dell’industria e comunicazione della moda e dell’arte.

Oggi la firma di Karla Otto si estende in tutto il mondo, tra Milano, Parigi, Londra, New York City, Los Angeles, Hong Kong e Pechino, e ha un network di brand di alto livello in campi creativi molto diversi tra loro, come moda, cinema, teatro, arte e design.

 
KARLAOTTO
 

Chi era Karla Otto prima di diventare il marchio che tutti conoscono?

Ero una ragazza che voleva scoprire il mondo ed esplorare culture, e grazie a geni di famiglia, ero anche una modella.

Che cosa avevi in mente quando ti sei messa per conto tuo e hai aperto l’agenzia di PR?

Ho iniziato negli anni 80, un momento magico per la moda e la cultura in generale. Tutto era molto spontaneo in quel momento. Non avevo proprio un piano dettagliato, volevo solo un posto in cui far confluire le mie abilità naturali nel campo della comunicazione all’interno dell’ambiente della moda. Passione e determinazione hanno poi fatto il loro corso.

In che modo estetica, design e arte hanno influenzato la tua attività?

Sono parte della mia vita quotidiana. Sono tutto ciò di cui mi circondo e con cui lavoro. Alimentano la mia passione per bellezza, creatività e innovazione.

Quali sono i tuoi interessi all’interno del panorama del design?

Amo il design nella sua interezza: l’atto creativo di ridefinire il quotidiano, dagli abiti che indossiamo, ai mobili che utilizziamo e all’architettura che vediamo intorno a noi.

Come è iniziata la collaborazione con Mutina?

Conoscevamo già il lavoro di Mutina – e lo amavamo già – e Mutina aveva interesse a conoscerci. Quando abbiamo incontrato Massimo per la prima volta abbiamo scoperto di condividere le stesse passioni per design, arte e moda. Siamo entrambi convinti che questi tre elementi siano dei modi interconnessi di percepire il mondo e che portino visioni di rilevanza e d’ispirazione. Con prodotti ceramici d’eccezione e approcci condivisi sapevamo che sarebbe stato fantastico lavorare insieme.

Secondo te, qual è la chiave del successo all’interno della design communication?

Credo che innovazione, concretezza e autenticità siano elementi vitali della comunicazione del design.

Quali sono stati i brand con cui hai lavorato che ti hanno ispirato di più?

Mi ritengo fortunata per aver lavorato, e continuare a lavorare, con moltissimi brand creativi, innovativi ed estremamente d’ispirazione, non potrei far il nome soltanto di uno.

Quali innovazioni hai portato all’interno del tuo lavoro e come li proietti nel futuro?

Cerco sempre di tenere i miei lavori in sincronia, dando un taglio ai processi secondo alle richieste della comunicazione odierna. Oggi, significa un equilibrio tra comunicazione tradizionale e digitale.

Se potessi cambiare vita, che lavoro faresti?

Farei tutto di nuovo, esattamente nello stesso modo.