A talk with Falken Reynolds
22.01.20

A talk with Falken Reynolds

Fotografie di Jennilee Marigomen
Fondato da Chad Falkenberg e Kelly Reynolds nel 2012, Falken Reynolds è uno studio di interior design con sede a Vancouver. Il loro metodo di lavoro si basa su un concetto fondamentale, la curiosità: gli architetti creano ambienti innovativi e sofisticati, adattandoli secondo le esperienze e i bisogni personali del singolo cliente. Durante il nostro incontro, ci hanno parlato più approfonditamente del loro approccio personale e delle loro fonti di ispirazione, dell’importanza della personalizzazione e del ruolo che ricoprono le superfici in fase di progettazione.
Fondato da Chad Falkenberg e Kelly Reynolds nel 2012, Falken Reynolds è uno studio di interior design con sede a Vancouver. Il loro metodo di lavoro si basa su un concetto fondamentale, la curiosità: gli architetti creano ambienti innovativi e sofisticati, adattandoli secondo le esperienze e i bisogni personali del singolo cliente. Durante il nostro incontro, ci hanno parlato più approfonditamente del loro approccio personale e delle loro fonti di ispirazione, dell’importanza della personalizzazione e del ruolo che ricoprono le superfici in fase di progettazione.
A talk with Falken Reynolds
A talk with Falken Reynolds

Come vi siete appassionati all’architettura?

Entrambi amavamo costruire cose fin da bambini – io adoravo creare case e riprodurre la CN Tower con dei semplici Lego, mentre Kelly usava Construx per costruire grattacieli. Dopo aver intrapreso carriere diverse – lui nella marina canadese e nel dipartimento di polizia di Vancouver, io occupandomi di marketing – abbiamo entrambi deciso di compiere un cambiamento radicale e iniziare a studiare design. Io mi sono trasferito a Barcellona, mentre Kelly ha iniziato a studiare a Vancouver.

Quando vi siete incontrati e come avete deciso di dare vita a Falken Reynolds?

Un amico in comune ci ha presentati nel 2005, nel bel mezzo della transizione dalle nostre precedenti professioni all’ambito del design. Avevamo parecchio in comune. Il nostro rapporto è iniziato poco dopo esserci conosciuti, ma abbiamo preso percorsi differenti per cercare di ottenere più esperienza possibile prima di lanciare la nostra attività nel 2012.

Quali valori porta avanti lo studio?

Il nostro lavoro è fondato innanzitutto sulla curiosità: riguardo le persone, le loro esperienze di vita e i loro valori personali – tutte informazioni utili a farci capire che tipo di casa creare per loro – e, in secondo luogo, riguardo cosa è possibile creare e costruire fisicamente. Tutto quello che facciamo si basa sulla nostra interpretazione della Triade Vitruviana, per assicurarci che il design sia utile, duri nel tempo e dia gioia alle persone.

Quali sono le vostre fonti di ispirazione?

Siamo molto fortunati a vivere a Vancouver, qui è facile avere accesso alla natura: le montagne e l’oceano sono praticamente sotto casa e ci piace poter fare hiking o andare in bici, per rigenerarci. Viaggiamo molto per visitare le fabbriche, andiamo a fiere di design ed esploriamo il significato di abitazione nelle diverse zone del mondo. Ci piace anche uscire un po’ dalla nostra comfort zone, facendo hiking su un vulcano o escursioni attraverso giungle e risaie. Quando stimoliamo i sensi e spingiamo corpo e mente oltre i propri limiti, la prospettiva cambia in modo tale da aiutarci nel nostro lavoro.

A talk with Falken Reynolds
Il nostro lavoro è fondato innanzitutto sulla curiosità: riguardo le persone, le loro esperienze di vita e i loro valori personali.

Che tipo di relazione instaurate con i vostri clienti e in che modo vengono sviluppati i progetti di solito?

Il progetto di un’abitazione privata è molto personale e ogni cliente ha un modo diverso di comunicarci cosa vorrebbe che la casa trasmettesse e come funzionasse. Cerchiamo di creare un’atmosfera in cui si senta a proprio agio, così da poter incorporare nel design quello che ritiene importante. Non è una cosa che i clienti fanno di frequente, quindi il nostro compito è guidarli nel processo e ascoltare quello che renderà il progetto un successo. A volte avviene in maniera abbastanza immediata, altre volte c’è bisogno di esplorare più a fondo – prendiamo atto del fatto che dobbiamo accompagnare il processo piuttosto che imporre il design. Penso che questo approccio “aperto” faccia sentire i clienti l’ingrediente chiave per il raggiungimento del risultato finale..

Quanto è importante la possibilità di personalizzazione per il cliente moderno, nell’ambito dell’interior design? Quali sono oggi le sue necessità?

Per molti dei nostri clienti la casa è il posto in cui essere se stessi, quindi personalizzare l’ambiente diventa importante nell’ottica di creare un luogo che li stimoli. Siccome le città sono sempre più affollate e frenetiche, l’abitazione è diventata un luogo di rifugio personale, dove rinvigorirci, e questo può assumere significati diversi a seconda del proprietario. I nostri clienti hanno iniziato a volere case più analogiche e materiche, in risposta al tempo maggiore che si passa davanti agli schermi. Uno dei nostri clienti attuali ci ha chiesto di progettare una “stanza del pensiero” per tutta la famiglia. Ci piace questo concetto e il modo in cui stiamo tentando di ricreare un’atmosfera che di solito ritroviamo nella natura – la libertà di prendere un respiro profondo e lasciare la mente libera di rilassarsi e viaggiare.

Che spazio occupano le superfici nel processo di progettazione di un interno?

Iniziamo sempre a lavorare analizzando il modo in cui uno spazio deve funzionare, poi stabiliamo a quali compiti deve assolvere ogni superficie. Alcune vengono toccate, quindi devono trasmettere un certo tipo di sensazione, altre devono essere resistenti all’acqua e all’usura, altre ancora devono diventare il punto focale della stanza, attirare lo sguardo o riflettere la luce in modo tale da creare un’atmosfera piacevole o suscitare un’emozione.

A talk with Falken Reynolds
A talk with Falken Reynolds
A talk with Falken Reynolds
A talk with Falken Reynolds

Conoscete Mutina? Cosa vi attrae di più dell’azienda?

Mutina ha fatto parte dei nostri progetti fin dall’inizio. Adoriamo progettare bagni e al loro interno usiamo spesso prodotti dell’azienda, perché in questi spazi le superfici devono ricoprire diversi ruoli. Indipendentemente dal fatto che stiamo cercando un effetto più grafico, come in Puzzle o Tape, o qualcosa di più sottile, come in Folded o Mews, ci sono tantissime opzioni tra cui scegliere e con cui creare un ambiente unico. Per Mutina è molto importante lavorare con designer incredibili, che amano i dettagli e tengono in considerazione tutte le possibili applicazioni creative dei rivestimenti. Questo viene trasmesso nella qualità degli elementi e nei particolari che rendono speciale ogni singola collezione.

Avete una collezione preferita? Perché?

È una domanda difficile, abbiamo usato quasi tutte le collezioni in tanti modi diversi. La nostra preferita è Pico: può essere usata come rivestimento lungo la parete di una doccia, dove l’illuminazione mette in risalto la texture e ricrea un’atmosfera piacevole e rigenerante, oppure a pavimento, dove ha l’effetto di un massaggio ai piedi.

Come immaginate Falken Reynolds tra dieci anni?

Abbiamo appena iniziato a lavorare a dei progetti fuori da Vancouver e pensiamo che queste collaborazioni diventeranno una parte sempre più grande del nostro lavoro. Sono sempre state importanti nella nostra pratica – impariamo molto lavorando a progetti speciali con brand di design, architetti e costruttori – e nascono dalle relazioni più interessanti, quindi siamo impazienti di vedere con chi lavoreremo tra dieci anni.

Per molti dei nostri clienti la casa è il posto in cui essere se stessi, quindi personalizzare l’ambiente diventa importante nell’ottica di creare un luogo che li stimoli.
Per soddisfare al meglio le tue esigenze, ti chiediamo di compilare il form sottostante
Sono un
Che risiede in
Interessato a

Recupera la password

Hai perso la password? Inserisci il tuo indirizzo email.
Riceverai un link per creare una nuova password via email.

Completa il tuo profilo con alcune informazioni aggiuntive

Questo è il nostro nuovo sito web e per accedere alla nuova area riservata ti chiediamo di fare reset della password e confermare alcune informazioni
Si informa che questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti. Per maggior informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcune cookie cliccare qui. Cliccando su accetto acconsento all’utilizzo dei cookie.